Locali e DJ, cosa sta accadendo al mondo della notte

In un periodo difficile in Italia a causa del CoronaVirus, ecco che locali, discoteche e DJ, cominciano a vivere un periodo lavorativo difficile per le chiusure. Ma cosa sta accadendo?

Certo, ora che tutta l’Italia è ferma, ora che siamo più o meno tutti presi dal panico e/o dalla sana paura per questo schifoso virus, perché mai si dovrebbe parlare di come siamo stati bravi noi dell’intrattenimento e dei concerti a fermarci subito, nel Nord Italia?

Ci sono problemi per tutti e ci sono soprattutto tragedie in atto, negli ospedali. C’è gente che muore. Troppa. Siamo concentrati sul restare in vita.

Non era ovvio, che succedesse così? Non era ovvio che come sempre i gestori dei locali di intrattenimento si comportassero tutti bene? Beh, a leggere le cronache dei media direi di no. Si

Oggi sembra ovvio, lo stop. Oggi che tutta l’Italia si è fermata senza problemi. Ma noi delle disco al Nord siamo fermi già da 3 settimane. L’ultima serata in discoteca è stata sabato 22 febbraio. E’ la terza settimana di stop in silenzio, senza lamentele.

Per cui, siccome ovvio non è, voglio scriverlo forte: sarò sempre orgoglioso del mio settore, l’intrattenimento, che si è fermato SUBITO senza la minima polemica facendo capire a tutti come si fa anche a gestire i ragazzi, ragazzi che (come ha detto il presidente Conte) hanno un rapporto con morte & malattia molto vago.

I ragazzi sono casinisti ogni notte, non solo con il Coronavirus. Solo che i gestori sanno cosa fare. Cos’è successo invece il weekend successivo? E pure quello dopo, la sera del 7 marzo, a Ferrara e altrove? C’è stata la “MOVIDA”. Ovvero troppi ragazzi si sono riversati in spazi all’aperto vicini a bar “normali” senza il minimo controllo da parte dello stato e dei gestori. Tutti attaccati.

Chi non si accorge della differenza lo fa perché non vuole farlo.

Passiamo ad un altro argomento, decisamente più divertente. Se i gestori con i locali chiusi se ne stanno a casa con la famiglia e non possono permettersi di essere disperati (nonostante i soldi che perdono),

Cosa fanno gli artisti, i dj importanti o almeno i dj guest, quelli che nel tempo dovrebbero aver messo da parte pure un po’ di soldini, visto che non hanno spese se non per comprarsi un po’ di follower su Instagram?

Vanno nel panico, per lo più. Qualcuno fa cose molto belle: Luca Guerrieri pensa da una playlist collaborativa chiamata “Fatto in Italia” dedicata alla musica da ballo italiano. Claudio Coccoluto ed altri sottolineano le troppe dirette sui social e chiede semplicemente ai fan, che cosa possiamo inventarci, per aiutarvi con la musica? Samuele Sartini pubblica un radioshow scrivendo qualcosa come “ragazzi, io solo la musica so fare: questa però ve la regalo”. Ralf, come sempre super schietto, scrive che le cazzate scritte sui social fanno male e fa benissimo (…)

Ma la maggior parte di dj e artisti è invece nel panico, anche più di noi “normali”. Perché chi è privilegiato e si ritrova nella realtà, ovvero senza un pubblico (un pubblico ce l’ha Lorenzo Jovanotti, mica il dj di un locale o quello che fa “il numero 1 su Beatport) e senza soldi (per i dj i soldi contano molto, eccome), va in difficoltà.

Io, che conto molto meno di ogni dj italiano (compresi quelli fake), faccio notare che mi piace il decreto del governo, quello che permette di fare attività fisica all’aperto, mi fa sentire orgoglioso di essere italiano (e non cinese). L’attività fisica oggi si fa da soli. In totale sicurezza. Perché muoversi è una medicina, anche oggi. Sono andato a correre (piano) dalle 6 alle 7 di mattina per non dar fastidio, al parchetto vicino a casa, con la certificazione in tasca.

Muoversi un po’ aiuta. Anche in momenti terribili come questo. Lasciando il cellulare a casa: aiuta contro l’infodemia (dipendenza da notizie che non riusciamo a capire), contro la dipendenza dal social, che in questo periodo terribile aumenta…

Check Also

DJ Joseph Lanvel

DJ Anti-Quarantena: trionfano Albertino, Ponte e Jo Squillo

I loro remix si trovano su YouTube ma anche su tutte le loro piattaforme social, …

Gabry Ponte presenta La Discoteca Italiana

Gabry Ponte presenta La Discoteca Italiana

Il nuovo format del dj/producer torinese Gabri Ponte in scena il 2 Marzo al Fabrique …

Anfisa Letyago ai Glamour Talent Awards